HANNO DETTO DI LEI

“Sono oltre un centinaio i ritratti di Sandra che, sparsi un po’ ovunque, testimoniano la Sua grande abilità pittorica. La sua tecnica personale sembra essere una simbiosi tra quelle del grande Annigoni e quella del modenese Bertoli, perché attinge dal primo una realtà verista e dal secondo una certosina meticolosità e ricercatezza del particolare…” 

“Personalità versatile, sprizzante entusiasmo, tenace di fronte alle difficoltà tecniche che non mancano mai nel cammino dell’arte, Sandra Malagoli, modenese, è riuscita a sfrondarsi in fretta di ogni accento di retorica o accademismo, conquistando una vera e propria precisa identità artistica. Una qualificazione, insomma, della sua espressività che non lascia spazi a dubbi per quella impostazione tecnica/sentimentale/emozionale che si sviluppa con sicurezza e coerenza senza fratture, senza pause, senza infliggimenti o concettualismi. Sandra Malagoli è sincera nella proposta artistica, dunque, e per questo, anche, la sua maturità si evidenzia con concretezza…” (critico M. Donini)

 “Quella della grafica è un’arte difficile e diventa realtà solo se qualità innate esistono e si maturano nella personalità della pittrice stessa…” e precisa, “Per la modenese Sandra Malagoli siamo di fronte a un fenomeno simile e, non potrebbe essere altrimenti, perché la mano ubbidisce ai sentimenti, alla gioia di realizzare volti umani con una dolcezza ed umanità di intensa interpretazione visiva…” (giornalista e critico d’Arte G. Massarelli)

 

Alla critica si unisce pure la Stampa dove leggiamo: “…se nel ritratto ha raggiunto la quasi perfezione non di meno ciò si verifica per il restante mondo della grafica nel quale, con notevole predisposizione, si muove con intensa passione…”

 

Il quotidiano “La Gazzetta di Modena”, nel pubblicare un Suo lavoro, afferma di trovarsi di fronte ad un’Artista che … “fa onore a Modena…” e in un articolo recente invita i lettori ad andare a visitare le sue mostre per vedere…”lo Sport visto dagli occhi di Sandra Malagoli…”

 

“Ciò che colpisce nella ricerca artistica di Sandra Malagoli non è soltanto la

perfetta riconoscibilità dei soggetti da lei scelti ma l’incredibile trattazione del segno grafico in grado di farsi specchio nella realtà oltre la mera definizione di iperrealismo…” (recensione di Arte a Palazzo)

 

Una magica evocazione di Enzo Ferrari e dei suoi primi venti-venticinque anni di vita! E’ andata in scena il 18 febbraio scorso, nel salotto culturale Aggazzotti di Modena, per un progetto dell’artista Sandra Malagoli. Molto più di una serata rievocativa, un vero e proprio atto d’amore per un modenese dal talento e dalla determinazione speciali che è sfociata anche nella celebrazione della Modena di fine ‘800 e di inizio ‘900…il percorso del pubblico è stato accompagnato dalle tante e preziose opere di oggettistica d’autore proposte dall’artista modenese, per un progetto che proseguirà anche nei prossimi anni…(articolo su Vivo il settimanale di Modena e Provincia)